La Comunità diocesana esprime solidarietà all’Arcivescovo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

VICARIO GENERALE

La Comunità diocesana

 condanna il vile gesto di ignoti che, attraverso volantini sparsi nottetempo nel viale di accesso al Palazzo Arcivescovile e affissi in vari posti di Monreale, diffamano mons. Michele Pennisi come protettore dei mafiosi;

esprime vicinanza e sostegno al suo Pastore, da sempre impegnato nella lotta alla mafia. Ne sono prova, oltre i frequenti riferimenti nelle omelie, anche il decreti con i quali vieta ai mafiosi di fare parte delle confraternite e di svolgere il ruolo di padrini  di battesimo o di cresima e non sono neppure mancati gli appelli alla conversione lanciati ai mafiosi in vari suoi interventi, soprattutto in occasione della presentazione di  ” Convertitevi!”, la Lettera dei Vescovi di Sicilia a venticinque anni dall’appello di San Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi di Agrigento;

auspica che presto si possa fare luce sull’ingiusto attacco diffamatorio.

Monreale, 23 maggio 2019
Prot. 237/19

Mons. Antonino Dolce